DANTOOINE - Enclave Jedi

Discussion in 'Sezione Narrativa - New Legends' started by Sìlfae, Feb 21, 2016.

  1. darthwelia

    darthwelia Player Staff Member

    -LA NUOVA GENERAZIONE JEDI-
    :: Sistema di Dantooine ::
    *Pianure - Enclave Jedi - Portico*
    Yabail Den - Miriama Val'Nessar - Jedi


    La Jedi osserva la Padawan, mentre spiega perché lei definirebbe la Forza un'energia. Yabail comprende le ragioni addotte da Miriama, anche se da parte sua non le condivide, ma cerca di mettersi nei panni di una persona adulta che ha fatto della scienza il suo percorso di vita fino a quel momento e poi, all'improvviso, si vede parare innanzi questa eventualità di seguire un percorso diverso, completamente astratto dal suo punto di vista e assolutamente privo di qualsiasi letteratura, atti scientifici o qualsivoglia prova che possa essere ritenuta valida da uno scienziato, cui probabilmente il detto, se funziona è vero, non è sufficiente. Quindi, pensa la Jedi, l'approccio dev'essere diverso. Deve esulare completamente dal tentativo di spiegare, instillare conoscenza teorica, filosofeggiare sulle conoscenze degli Jedi.

    "Pratica, qui ci vuole solo pratica. Il contrario di ciò che si è sempre fatto. Con la pratica arriverà la comprensione. E poi che la chiami un po' come vuole, l'importante è che la capisca."


    Yabail Den: "Miriama. Io sarei propensa ad andare avanti con la pratica, senza starci a soffermare molto sulle definizioni. Credo che l'importante sia che tu faccia. Però prima di tutto, mi piacerebbe capire come tu ti sei avvicinata all'Ordine e per quale motivo, tu che evidentemente sei una scienziata esperta, stai tentando questa cosa. In poche parole, perché vuoi diventare una Jedi?

    [​IMG]
    Yabail Den
    Cavaliere Jedi
     
    Last edited: Aug 12, 2017
  2. Zaho

    Zaho Player

    -LA NUOVA GENERAZIONE JEDI-
    :: Sistema di Dantooine ::
    *Pianure - Enclave Jedi - Portico*
    Yabail Den - Miriama Val'Nessar - Jedi


    _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

    Yabail: "Miriama. Io sarei propensa ad andare avanti con la pratica, senza starci a soffermare molto sulle definizioni. Credo che l'importante sia che tu faccia. Però prima di tutto, mi piacerebbe capire come tu ti sei avvicinata all'Ordine e per quale motivo, tu che evidentemente sei una scienziata esperta, stai tentando questa cosa. In poche parole, perché vuoi diventare una Jedi?"

    Miriama: "Sì, credo anch'io sia meglio ch'io esplori fisicamente, utilizzando il sistema senso-motorio naturale di cui è dotato il mio corpo: prima un'intuizione viscerale, poi potrò raffinare e testare strutture teoriche e confini di questa Forza."

    Commenta Miriama, seria e ponderata, cercando di delineare e rafforzare il piano strategico per le azioni del futuro: disquisire filosoficamente di una materia che non conosce né per esperienza né per cultura,
    con per di più persone senza criteri scientifici bensì che si basano su millenni di traduzione religiosa, non la può portare da nessuna parte ora, anzi può solo fare danno probabilmente, farcendole la mente di preconcetti sfalsati e distorti che annebbierebbero la sua vista mentre tenta di scrutare nella già nebulosa energia che ha appena scoperto.


    Miriama: "Ora, ecco, dire che io voglia diventare una jedi è decisamente non aderente alla realtà. La verità è che sono arrivata su questo pianeta, e due secondi dopo spunta questa figura misteriosa e criptica che mi minaccia di perdere un'occasione irripetibile se non lo seguo, e mi ritrovo qui, a fare cose che non capisco ma che sembrano decisamente reali, senza una guida appropriata che mi spieghi le cose eccetera. Quindi, ecco, prima di voler diventare una jedi, io voglio capire che diamine sta succedendo, e cos'è questa Forza, e più ho un contatto personale con essa più sono contenta perché è scevro di tutte le favolette mistiche e preistoriche e di codici bizzarri, contraddittori e fuori dalla realtà."

    Sbuffa, evidentemente frustrata ma al contempo controllata. Non è il cavaliere a darle quei sentimenti negativi, anzi finora nella sua esperienza sembra la persona più apprezzabile là dentro. È il non capire, che la frustra terribilmente: è estremamente galvanizzata all'idea di qualcosa di così inconcepibile e imprevedibile, ma al contempo non ha strumenti teorici per approcciarla e per di più sembra voler sconquassare tutto il suo quadro cosmologico costruito con una vita di studi.
    Forse, inoltre, la frustrazione deriva dal sentirsi sola: dal non avere nessuno che le assomigli in quel luogo, ad affrontare quell'ardua sfida, il creare una teoria intera su qualcosa finora mai sondato -per quel che ne sa- dalla scienza.
    Tuttavia, si sta rassegnando ormai all'idea di non poter fare affidamento su nessuno per la comprensione, ed è contenta di poter almeno appoggiarsi a Yabail per ricevere le occasioni pratiche in cui cimentarsi: la jedi le fornirà "oggetti" cercando di indirizzarla, e la padawan li studierà, forte delle sue conoscenze e regole scientifiche.


    _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

    [​IMG]
    Miriama Val'Nessar
    Padawan Jedi
     
  3. darthwelia

    darthwelia Player Staff Member

    -LA NUOVA GENERAZIONE JEDI-
    :: Sistema di Dantooine ::
    *Pianure - Enclave Jedi - Portico*
    Yabail Den - Miriama Val'Nessar - Jedi


    "Sbatterei la testa contro un muro, se potessi."

    Yabail si sente affranta, sconcertata, quasi irritata dall'atteggiamento di questa Padawan, che non osa ancora e nemmeno chiamare la sua Padawan. Non sa più come porsi, non ha idea di che cosa Miriama voglia, di che cosa voglia scoprire, se lo voglia davvero o se tutta questa situazione sia solo il frutto di fortunate o sfortunate -lei opta più per questa seconda scelta- coincidenze. Lei si è trovata qui, qualcuno le ha fatto un discorso incomprensibile sui Jedi, forse l'ha quasi forzata a entrare in questa situazione. Yabail non sa proprio cosa pensare, come reagire. In realtà non sa nemmeno se Miriama stia facendo qualcosa per curiosità, se lo stia facendo per sua volontà o se qualcuno l'abbia talmente gonfiata di discorsi che alla fine questa donna si sia sentita quasi in dovere di provare a intraprendere questa strada.

    "Provare a intraprendere" pensa il Cavaliere "Ma che cose mi vengono in mente...Fare o non fare, disse qualcuno."


    Yabail Den: "Miriama, devo parlarti sinceramente. Quando tu esprimi il tuo pensiero, rimango sempre senza parole. Non ho idea di come procedere con te, ti vedo molto lontana da tutto ciò che c'è qui intorno e ho la sensazione che anche tu ti senta in questo modo. I nostri insegnamenti, la nostra filosofia, per te sono cose senza alcun senso, e ti posso capire, non è obbligatorio pensare che le cose stiano come noi le pensiamo. Il fatto che tu ti sia trovata qui potrebbe essere una fortuita coincidenza, anzi lo è stata di sicuro. Ho come l'impressione che forse qualcuno ti abbia ... parliamo chiaramente, riempito la testa di cose che tu non capisci e magari, tu ti senti quasi in dovere di seguire queste indicazioni solo perché qualcuno ti ha accolto qui. Io, voglio dirti che, se tu non credi questa sia una strada per te, non ho alcun problema. Sai ho tanti amici sparsi per la galassia che con i Jedi non hanno niente a che fare e sono ottime persone, sia come individui che nel loro lavoro. Ci sono molti modi se vuoi aiutare le persone, non è necessario studiare tutte queste cose filosofiche, incomprensibili anti-scientifiche, senza senso reale. Voglio dire, io non voglio obbligarti a fare questo, non è giusto che tu segua questa via se non vuoi. Puoi aiutare con la tua scienza, sentendoti molto più a tuo agio e oltretutto non avresti neanche bisogno di studiare le cose da zero, perché in quel campo sei già molto preparata. Quindi tu hai la scelta su che cosa fare. Decidi tu. E sappi che nessuno ti manderà via da qui per nessun motivo, se tu vuoi restare anche come scienziata."

    La Jedi appoggia poi il mento alle mani, rimanendo seduta sugli scalini e osservando Miriama con dolcezza.

    [​IMG]
    Yabail Den
    Cavaliere Jedi
     
  4. Zaho

    Zaho Player

    -LA NUOVA GENERAZIONE JEDI-
    :: Sistema di Dantooine ::
    *Pianure - Enclave Jedi - Portico*
    Yabail Den - Miriama Val'Nessar - Jedi


    _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

    Yabail: "Miriama, devo parlarti sinceramente. [...] se tu vuoi restare anche come scienziata."

    Miriama resta per un attimo in silenzio, dopo aver ascoltato le parole della jedi con calma ed attenzione. Al suo parlare dolce risponde con un sorriso altrettanto dolce e caldo, sentendo i muscoli delle spalle distendersi e rilassarsi, così come il diaframma ed il petto permetterle di respirare più ampiamente e profondamente. Non è più così attivata, così tesa e protesa verso il fare, il capire, l'avere successo, il risolvere quell'enigma, il vincere quella sfida mentale - in cui comunque trova divertimento e non competizione, nemmeno con sé stessa, bensì solo stimolo e allegria.
    Quello che sente adesso è un'armonia intima e serena, non si sente più in contrapposizione nemmeno teorica, emotiva specialmente: Yabail la appena chiamata amica e si è dimostrata estremamente priva di pregiudizi, al contrario delle sue normali esperienze con religiosi. Decisamente quella donna è molto preziosa. Anche la sua postura, ora, riflette la sua guardia completamente abbassata.


    Miriama: "Sai, Yabail, hai ragione quando dici che mi sento e sono lontana da questo posto, questo modo di vivere e concepire l'esistenza. Lo abbiamo appena dimostrando nei nostri botta-e-risposta, d'altronde...
    Io non credo che ciò che voi crediate sia senza senso, né mi sento in dovere di ottemperare o compiacere i desideri di qualcun altro al di fuori di me: vi sono certamente grata, e mi piacerebbe molto aiutarvi -in tutti i modi in cui mi è possibile-, ma sono qui ora perché sono genuinamente incuriosita e caparbiamente ostinata nel tentativo di capire questa 'Forza' che è palese che esista. Ho scoperto qualcosa di ignoto alla scienza: non è nostra abitudine voltare la testa dall'altra parte e far finta che non esista, anzi è proprio dalla falsificazione delle teorie precedenti che cresciamo costruendone di nuove, più grandi, migliori."

    La padawan sospira, abbassando un attimo lo sguardo pensierosa, con una smorfia sulla bocca che fa trasparire il suo conflitto interiore.

    Miriama: "Vedi...Io credo fermamente che ci sia della verità in ciò che insegnate, e anche nei vostri codici infatti sono contenuti dei principi morali che io stessa sposo da sempre. Sarò onesta: al contempo, credo però che vi siano delle distorsioni, dettate da una mancanza di rigore nel metodo conoscitivo, che è in fondo la critica che la scienza muove verso tutte le altre discipline ed arti. La vostra concezione e comprensione di questo fenomeno sono nate in tempi remoti, tramite vie magiche e superstiziose, approssimazioni semplicistiche della realtà che la nostra mente non riusciva a cogliere veramente. Ed è effettivamente un piano ambizioso, ed ho timore a confessartelo, ma sarebbe un sogno poter almeno aprire la scienza a questo mondo nuovo ed inesplorato: la Forza esiste, ed esistendo è quindi dominio della scienza, come ogni cosa nell'universo. Secondo me, almeno, eh: sono una scienziata perché credo che tutto segua le leggi di causa-effetto, che sia tutto un gigantesco meccanismo da orologeria, noi compresi, l'amore compreso. E, anche se risulta sempre estremamente difficile spiegarlo e capirlo, secondo me questo non toglie niente alla bellezza di questo sentimento, né a nient'altro: noi viviamo sognando con gli occhi rivolti al cielo notturno anche se sappiamo che le stelle sono enormi palloni di gas fiammeggiante, e non sono meno belle per questo, se uno impara ad apprezzare questo 'sapore' che è diverso da quello magico con cui siamo nati come specie."

    Dice rialzando lo sguardo e sorridendo verso la donna tanto gentile e paziente con lei, sperando di essere riuscita a farle capire un pochino di più del suo mondo mentale.

    Miriama: "Io voglio imparare, e voglio imparare sia a livello pratico esperendo tutte le sfumature e sfaccettature di questa energia nuova, sia tutto il bagaglio culturale che appartiene alla vostra tradizione. Avrò un occhio critico, certamente, non lo prenderò per oro colato e non interpreterò i fenomeni con le vostre spiegazioni, ma mi piacerebbe davvero tanto imparare il più possibile e, chissà, magari resterò anche qui con voi unendomi in maniera proprio ufficiale. Sono in fase di testing, se vuoi...Sempre se mi è permesso restare, ovviamente."

    Conclude quindi la donna, con voce dolce e amichevole, ravviandosi i capelli con una mano e guardando profondamente negli occhi la sua nuova amica. Perché è così che la sente ora: nonostante gli screzi iniziali, in fondo, è l'unica che veramente si è prestata, con sforzi e sopportazione, stando al gioco e rispondendo colpo su colpo alle sue domande incuriosite e richieste sfidanti.

    Miriama: "Ah, e grazie, per tutto, Yabail."

    Aggiunge, con un sorriso che si allarga di più ancora,

    _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

    [​IMG]
    Miriama Val'Nessar
    Padawan Jedi
     
  5. darthwelia

    darthwelia Player Staff Member

    -LA NUOVA GENERAZIONE JEDI-
    :: Sistema di Dantooine ::
    *Pianure - Enclave Jedi - Portico*
    Yabail Den - Miriama Val'Nessar - Jedi


    Yabail Den rimane quasi sbigottita dal lungo discorso di Miriama, che si riconferma essere una donna di molte parole. Ora le si presenta davanti un arduo compito, quello di istruire la Padawan, ma nel contempo lasciarle la libertà di criticare...o forse...La Jedi si ferma un attimo a riflettere. La sua mente vaga e si introduce in meandri poco esplorati. Forse si potrebbe semplicemente chiederle di analizzare ciò che lei le insegna da un punto di vista scientifico, proprio come compito specifico, il compito di questa che potrebbe essere una nuova generazione Jedi.

    Yabail Den: "Sei una persona in gamba. Coraggiosa. Credo che forse il tuo compito potrebbe proprio essere quello di analizzare e portare sotto una luce scientifica gli insegnamenti che riceverai da me. Però non mi chiedere di insegnarti le cose in maniera scientifica, sai benissimo che non sarei in grado di farlo. Cosa ne pensi di questa cosa?

    La Jedi poi si alza, fa qualche passo per sgranchirsi le gambe.


    [​IMG]
    Yabail Den
    Cavaliere Jedi
     
  6. Zaho

    Zaho Player

    -LA NUOVA GENERAZIONE JEDI-
    :: Sistema di Dantooine ::
    *Pianure - Enclave Jedi - Portico*
    Yabail Den - Miriama Val'Nessar - Jedi


    _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

    Yabail: "Sei una persona in gamba. Coraggiosa. Credo che forse il tuo compito potrebbe proprio essere quello di analizzare e portare sotto una luce scientifica gli insegnamenti che riceverai da me. Però non mi chiedere di insegnarti le cose in maniera scientifica, sai benissimo che non sarei in grado di farlo. Cosa ne pensi di questa cosa?"

    A quelle parole, Miriama si illumina: finalmente quelle due stanno riuscendo ad intendersi, ad entrare in sintonia, ne è pressoché sicura.

    Miriama: "Grazie per i complimenti, Yabail, anche tu lo sei: noi scienziati -quelli degni di tale nome, per lo meno- siamo abituati al confronto, al cambiare prospettive eccetera, ma so per esperienza quanto invece per la vostra forma mentis sia qualcosa di drammaticamente più difficile da fare. Ti ammiro per questo, sei molto coraggiosa e in gamba anche tu...! Pochi credenti hanno la sicurezza di aprirsi alla scienza..."

    La donna ripensa per un attimo a tutte le sue esperienze negative su quel fronte, quanti scontri aspri e distruttivi che ha vissuto, personali fin da piccola, come gruppo poi col passare degli anni. Le persone costruttive che ha incontrato sono state veramente poche, e meno ancora quelle così capaci di autocritica o per lo meno rispetto della diversità altrui.

    Miriama: "...E sì, questo era proprio ciò che avevo in mente: non ti preoccupare, non ti chiederei mai una cosa del genere, quello infatti sarà il mio compito, la mia parte del lavoro. Tu mi insegni, io reinterpreto. Sarà inebriante!"

    Ed ecco che compare una luce dietro gli occhi di Miriama: si è accesa in lei la scintilla della scienza, della scoperta, dell'esplorazione, la gioia ed esaltazione del nuovo, dell'avere tra le dita un mistero con cui giocare, un rompicapo da risolvere, un nuovo sentiero da percorrere e tramite cui progredire.
    Si alza in piedi anche lei, a sua volta, carica di rinnovata energia, di un vigore che non la attraversava da tempo. Sì: il suo progetto, nato timido e affatto sicuro di poter esistere al mondo, è ora invece ufficiale e condiviso, approvato da altri, ha acquistato voce e riconoscimento, e può non solo reggersi sulle sue sole gambe ma addirittura correre. Correre sui prati verdeggianti di Dantooine, finanche volare nei cieli blu incontaminati e nuovi, inesplorati, della Forza, meravigliosi e sognanti come quelli del pianeta su cui si trova, in mezzo agli aggraziati brith che leggiadramente si librano sopra le loro teste.

    Ed è proprio lì che sta il suo sguardo, che si sofferma per un po', mentre il sorriso che le si dipinge sul volto assume quella tonalità di soddisfazione e di autostima. Sì, tornerà a fare la scienziata, anche se in maniera "artigianale": tornerà a fare esperimenti e inventare nuove ipotesi e teorie, a maneggiare gli ingranaggi di quell'orologio galattico, giocando felice come una bambina.


    _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

    [​IMG]
    Miriama Val'Nessar
    Padawan Jedi
     
  7. darthwelia

    darthwelia Player Staff Member

    -LA NUOVA GENERAZIONE JEDI-
    :: Sistema di Dantooine ::
    *Pianure - Enclave Jedi - Portico*
    Yabail Den - Miriama Val'Nessar - Jedi


    Il cavaliere Den, ascolta attentamente la risposta di quella che è ormai evidente diventerà la sua Padawan. Attenzione e un pizzico di compiacimento per essere riuscita a entrare in quello che poteva sembrare a prima vista un guscio impenetrabile. Condivisione di visioni differenti dello stesso argomento, delle stesse manifestazioni. Trovare altre spiegazioni sarebbe un salto per tutta la filosofia Jedi, un modo per poter studiare in maniera diversa le cose che si manifestano tramite la Forza. PPensando a queste cose, mentre Miriama risponde, argomentando come al suo solito, a Yabail viene un'idea e pensa sia buona cosa esporla all'allieva.

    Yabail Den: "Non ho idea se tu sei a conoscenza di archivi presenti in questa Enclave. Sono tutto ciò che è stato possibile recuperare, pochissimo rispetto a tutto ciò che esisteva una volta e che in molti casi è andato distrutto. Abbiamo documenti di ogni sorta, ma le cose più interessanti sono gli Olocron, dove è contenuto il sapere dei Maestri. Io pensavo che forse, per cominciare, si potrebbe comnciare da lì. Ci sarà sicuramente qualcosa che può interessarti in tutto quel materiale. Vorrei che provassi a cercare qualcosa che faccia al caso tuo e provassi a tradurlo - se così si può dire - in scientificità."

    Il cavaliere osserva poi le reazioni della Padawan Miriama, in attesa di qualche segnale del suo interesse.

    [​IMG]
    Yabail Den
    Cavaliere Jedi
     
  8. Zaho

    Zaho Player

    -LA NUOVA GENERAZIONE JEDI-
    :: Sistema di Dantooine ::
    *Pianure - Enclave Jedi - Portico*
    Yabail Den - Miriama Val'Nessar - Jedi


    _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

    Yabail: "Non ho idea se tu sei a conoscenza di archivi presenti in questa Enclave. Sono tutto ciò che è stato possibile recuperare, pochissimo rispetto a tutto ciò che esisteva una volta e che in molti casi è andato distrutto."

    Miriama sbarra gli occhi a quelle parole, dapprima per la gioia della sorpresa di avere addirittura a disposizione degli archivi ricchi di documenti e materiale, esattamente tutto ciò che desidera fin dall'inizio. Tuttavia, la seconda parte le vena lo sguardo di shock, sgomento, orrore, finanche dolore.

    Miriama: "...Perduto...? Per sempre...?"

    Mormora retorica sotto voce, tra sé e sé, con espressione affranta e bocca socchiusa, come se le mancasse il fiato. E così è: una tale notizia l'ha colpita come un pugno nello stomaco, spezzandole il respiro, svuotandole i polmoni. Saranno anche stati testi religiosi, ma si tratta di un sapere fondamentale ed unico, il primo gradino da cui partire per quella scalata mai tentata prima in termini scientifici.

    Yabail: "Abbiamo documenti di ogni sorta, ma le cose più interessanti sono gli Olocron, dove è contenuto il sapere dei Maestri. Io pensavo che forse, per cominciare, si potrebbe comnciare da lì. Ci sarà sicuramente qualcosa che può interessarti in tutto quel materiale. Vorrei che provassi a cercare qualcosa che faccia al caso tuo e provassi a tradurlo - se così si può dire - in scientificità."

    Miriama: "...Cavolo! Certo! Certamente...! Wow, sarebbe davvero un'ottima base di partenza: in scienze noi lo chiamiamo 'lavoro d'archivio', letteralmente! Si spulcia in database contenenti gli articoli precedenti inerenti all'argomento d'indagine e si stila una bibliografia su cui appoggiarsi e con cui corroborare le proprie ipotesi."

    Prende a spiegare, la donna, la scienziata, tutta eccitata e sorridente, visivamente coinvolta da tutta quella meraviglia di opportunità che la sta inondando inaspettatamente. Tutt'a un tratto, però, si sofferma un momento, riflessiva, abbassando lo sguardo e prendendosi il mento delicatamente tra pollice e indice.

    Miriama: "...Mpfheheh, che cosa buffa. Certo, non si tratta di paper scientifici, ma in fondo si potrebbe considerarli in maniera estremamente analoga a trattati di un paradigma scientifico precedente, adeguato per l'epoca, e quindi sì invalidati oggigiorno dalle moderne conoscenze ma comunque utili ed ispiratori in taluni casi. Per questo sono sempre molto bramosa di acquisire informazioni generate da punti di vista diversi, qualora ti sorprendesse questa mia reazione: voi siete comunque le persone che meglio conoscono questo campo, quindi per quanto le nostre spiegazioni non concordino, comunque i fenomeni sono quelli! Capisci? Le vostre conoscenze sono comunque una ricchezza incredibile!"

    Chiede infine Miriama alla zabrak che sembra ormai essere diventata la sua nuova maestra, cercando quella complicità e comprensione che si desidera però più che altro da un'amica e compagna d'avventura; il loro rapporto non può, per forza di cose, essere come quello tra un bambino e un adulto, come le pare di aver capito accada normalmente nella loro tradizionale educazione dei padawan. Loro, infatti, sembrano coetanee -all'incirca, o comunque entrambe donne e mature-, per cui l'alchimia tra le due sarà inevitabilmente diversa e più basata su uno scambio alla pari, orizzontale, anziché una cascata verticale di insegnamenti impartiti dall'alto. Insegnamenti che vengono poi assorbiti in maniera acritica, come da una spugna quale è l'infante, priva di ostacoli generati da informazioni e formazioni preesistenti, cosa di cui invece Miriama è fieramente ricca.

    _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

    [​IMG]
    Miriama Val'Nessar
    Padawan Jedi
     

Share This Page